Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted on 5 Mag 2014 | 0 commenti

Fontanarosa risponde

 

CrowdFunding

Pubblichiamo la risposta ufficiale del Comune di Fontanarosa, all’appello promosso dalla nostra associazione:

Porgiamo i nostri ringraziamenti per il vostro interessamento e sprono alla valorizzazione della “fontana Cascella” che fa parte orgogliosamente del 
nostro patrimonio.
Pur rimanendo disponibili all’incontro istituzionale da Lei richiesto, facciamo presente che vi è il nostro totale impegno ad eseguire le opere e i lavori suggeriti al fine di rendere la “fontana Cascella” un sito valorizzato e di interesse per l’intera provincia, compatibilmente con le risorse economiche disponibili.
Cordiali saluti.
F.to Il Vicesindaco – Assessore al Patrimonio – Dott. Fabio Di Blasi

Siamo, ovviamente, contenti della disponibilità dimostrata, come pure restiamo convinti della necessità di non poter ancora relegare la valorizzazione dei Beni Culturali, alla contingenza economica delle nostre piccole comunità.

La valorizzazione delle reali potenzialità produttive e culturali, deve iniziare a porsi in una ottica di programmazione che sappia immaginare anche forme di superamento delle crisi, dei patti di stabilità o dei bilanci stretti. L’alternativa è un “cane che si morde la coda”. L’attesa di “poter fare”, coincide esattamente con l’interruzione della “possibilità di fare”.
Anche per “Fontana 2000″, serve superare l’attesa di tempi migliori e avviare una programmazione e, dove questa sembra impedita dai bilanci, supportarla con l’immaginazione.

Per questo, restiamo ancora disponibili all’incontro, già richiesto, col Comune di Fontanarosa, proprio per immaginare, con l’Amministrazione, modi e forme di realizzazione delle poche cose necessarie a portare, a Fontana Cascella, i livelli di ri-conoscimento che gli spettano.

Crowdfunding, sponsorizzazioni, sottoscrizioni, fondazione partecipate, …”pesca di beneficenza”. Considerando che, il valore culturale e di testimonianza del “saper fare” locale di Fontana Cascella è oggettivo, e quindi non sono affatto necessari “effetti speciali” a sottolineare ulteriormente le sue qualità,  occorre ben poco per spezzare “l’attesa del fare”, a cominciare dall’uso comunitario della piazza e dalla sua “presentazione” alla comunità geografica, culturale, produttivo, irpina del monumento che Pietro Cascella lasciò agli scalpellini fontanarosani ed alla loro Pietra.

———————————-
Leggi anche:

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *