di Ugo Morelli * Quali effetti inattesi può generare la mancanza! Uno si ritrova in contatti sociali deprivati per la pandemia ed ecco che fa scoperte inaudite. Prima di tutto ha tempo per riflettere.  All’inizio ha un effetto di vertigine, si sente spaesato. Poi è forse proprio quello spaesamento
di Mario Pagliaro* Non c'è nulla di eroico nel continuare, sia chiaro! Perché non ci sarebbe nulla di male nel fermarsi. Ma l'immaginazione, quando e dove esiste, ha una sua inerzia. Un suo moto perpetuo che mette continuamente in riga le cose da fare, anche se
di Ugo Morelli * L’elaborazione del margine è un esercizio atto a mettere in forma la vita intera. Il termine giapponese Yohaku significa letteralmente margine, spazio vuoto (yo: resto; haku: bianco), qualcosa che ha raggiunto la riduzione all’essenziale. La stessa dimensione i greci la definivano àskesis,